venerdì 21 dicembre 2018

It's beginning to look a lot like Christmas...






Ieri sera, alle quattro e mezza, ho fatto "ciao, ciao" a tutto l'ufficio, timbrato il cartellino ed ecco che sono cominciate le mie ferie.
Quindici, perfetti, giorni di nullafacenza assoluta.
Il Natale arriva e qui siamo prontissimi.
Regali comprati, incartati e piazzati al loro posto sotto l'albero, segnaposto quasi finiti (...insomma, in corso d'opera...), menù per le intere feste deciso già da settimane, bigliettini scritti, spesa praticamente fatta (non da me, ringraziamo mamma e zia e Gio...), casa in ordine (come può esserlo con una marito e una figlia incapaci di rimettere una cosa la dove l'hanno trovata) e addobbata come quella dei migliori elfetti di Babbo Natale.

Le luci che ho comprato per il cancello, e che mi sono costate un patrimonio, non funzionano. La cosa di per se sarebbe più che sufficiente a farmi diventare lievemente isterica, ma visto che è Natale e che ho promesso di darmi una calmata e dedicarmi solo a buoni pensieri e sentimenti sereni(o rischio che il santo che ho sposato scappi in Alaska)ho deciso che non farò neppure reclamo con il venditore... se non è pace interiore questa...

Nel frattempo, in attesa di iniziare a cucinare come se non ci fosse un domani i miei buoni propositi sono tutti concentrati su una sola attività: dormire!
Rigorosamente fino a tardi e per più mattine di  fila possibili!!

1 commento: