Pages

venerdì 3 luglio 2015

Nuovo LO per Fate le Creative

Facciamo un  Lo per la nuova palette di Fate le Creative. Scrappare da casa della Zia non è facilissimo, non trovo nieete, tutta la mia carta è imballata in posti che ovviamente non ricordo e mi tocca cercare per ore quello che mi serve...salvo poi decidere che non mi serve affatto non appena ce l'ho in mano.
Comunque questo è il risultato del mio scrap in trasferta... sul Blog delle Fatine trovate le interpretazioni del resto del DT.


lunedì 22 giugno 2015

Settimana 25: dal 15 al 21 Giu

Ancora una settimana in trasferta, a casa della zia, con i vestiti impilati qua e là, le cose che non troviamo mai quando ci servono, ma che saltano fuori appena smettiamo di cercarle, senza la TV, perchè qui non ne guardiamo mia (ed è un gran bene) e il doppio dei libri da leggere, e già noi leggiamo tanto di nostro.
E' una vita un po' strana, a metà tra la trasferta e la vacanza...ma fino ad ora è divertente, anche se a me manca un po' l'avere una casa mia di cui occuparmi.

In casa i lavori procedono spediti, ogni sera torniamo dall'ufficio e andiamo subito a vedere cosa è stato fatto. Un giorno sembra ci sia solo qualche crena in più e il giorno dopo invece ci sono muri spuntati dal nulla, una porta dove prima non c'era niente e il bagno che prende forma all'improvviso.
Insomma è bellissimo!

In questa specie di terra di mezzo abbiamo deciso che era una buona idea concederci un viaggetto e così, nel fine settimana, siamo partiti. Ci siamo aggregati ad un viaggio organizzato da mia madre per la pubblica assistenza di Pino e Sabato mattina all'alba siamo saliti su un pulman dove l'età media era di 60 anni almeno e ci siamo fatti scarrozzare in giro per la provenza.
E non è stato affatto male.
Il viaggio era ben organizzato, abbiamo visto un sacco di bei posti, la compagnia era assolutamente piacevole e non invasiva e sono persino riuscita a scattare a mia madre e mia zia qualche foto carina...
Della Francia mi rimarranno gli splendidi paesaggi, i camerieri che si sforzano di capire quello che stai dicendo anche quando conoscono meno inglese di te, la miglior omlette che io abbia mai mangiato e il gelato più caro che io abbia mai comprato (però era buonissimo!)

Per tutto il resto le foto parlano da sole... Le gole del Verdon, con i suoi strapiombi e Gio che soffre di vertigini.


Moustiers-Sainte-Marie, che è talmente bella che viene il sospetto non sia vera, ma messa lì per incantare i turisti


Ebbene si, dell’altopiano di Valensole è esattamente come nella cartoline: distese di lavanda a perdita d'occhio, l'ari dal profumo inconfondibile, colori impressionati...e ovunque turisti scriteriati che rischiano di farsi ammazzare attraversando col naso all'aria nel tentativo di scattare la foto perfetta.


Bella, bellissima Russillon, che abbiamo visto quasi per caso, solo per un cambio di programma all'ultimo minuto, e che mi è piaciuta da morire con le sue case tutte gialle e arancioni e rosse e le sue cave di Ocra a pochi passi dal centro del paese...


E poi Senanque, dove, da bravi italiani siamo riusciti a farci sgridare perchè troppo rumorosi durante la visita dell'abazia...e si che ce l'hanno ripetuto mille e una volta che era d'obbligo il silenzio!!!




lunedì 15 giugno 2015

Settimana 24: dal 8 al 14 Giugno

Prima settimana  fuori casa, fatta!
Per l'impresa è venuto il momento di buttare giù il muro che collega la nostra vecchia casetta alle tre stanze che stiamo per aggiungere e quindi ora tocca a noi uscire di casa e lasciare loro campo libero.
Abbiamo imballato tutte le nostre cose, le abbiamo messe in cantina e da lunedì siamo ufficialmente in trasferta.
Ci siamo accampati in quella casbah che è la casa di mia zia che, come coinquilina, non è poi così male.
Un po' come stare in colonia, ecco. Una colonia un pochino particolare, però...
Già, perchè La Zia è uno spirito libero e vivere con lei ha il suo perchè... 
Innanzi tutto appartiene a quella specie di persone che considerano l'ordine come un palese attacco alla loro personalità. Mettere ogni cosa in un cassetto? Giammai!! Non vorremo conformarci a delle repressive regole di comportamento che tarpano le ali alla nostra libertà di espressione!
Per mia zia appendere un accappatoio al gancio degli accappatoi è l'equivalene di un atto terroristico, fare un programma ha il solo scopo di disattenderlo al più presto e nulla la diverte quanto accumulare stranezze (e infatti la casa ribolle di pinzillacchere stranissime)
Io, che ho passato 5 anni a cercare di insegnare a Gio i rudimenti dell'ordine più basilare (tipo le scarpe non si mollano in sala e non si va a letto senza aver lavato i piatti), già sento che questa parentesi anarchica lo porterà ad una profonda regressione.

Ad ora passiamo le giornate a cercare la nostra roba in questo o quello scatonìlone, a ululare per la totale mancanza di connessione, internet e telefonica che sia (la zia vive in puro medioevo, qui non solo in cellulare non prende neppure se glielo chiedi gentilmente, ma non si riece neppure a connettere un modem o una linea fissa)  a cercare ci evitare che il nostro gatto e il suo cane si facciano fuori a vicenda ogni volta che si incontrano e ad abbattere le difese della sua cucina dove trovare una piastra per la carne, ieri, ci ha portato via 25 minuti buoni,senza che per altro riuscissimo a trovarla (alla fine abbiamo usato un padellone di alluminio).
Sotto sotto, lo troviamo piuttosto divertente.

Ma l'evento della settimana è stato sicuramente la festa di compleanno per Marta, che come tutte le feste a sorpresa (ne facciamo quasi una all'anno in questa famiglia, ed è sempre più difficile fregare il destinatario, ormai) ci ha portato via ore di organizzazione, complotti e sotterfugi vari.
Però ne è valsa la pena, come al solito!

 
La faccia di Marta, congelata dalla sorpresa sulla soglia della mia nuova cucina era assolutamente impagabile. E' rimasta immobile per quasi dieci secondi, senza dire una parola, senza fiato, senza muovere neppure un muscolo: quando si dice una sorpresa ben riuscita (poi ha anche pianto come una fontana per cinque minuti buoni, ma è sempre stata l'emotiva di famiglia...)
Per quanto riguardagli invitati hanno mangiato, bevuto e parlato tutti di gran lena...insomma si direbbe una festa ben riuscita.

Ah, per dovere di cronaca, l'abbiamo aspetatta nascosti tutti nella nostra casetta in costruzione, in cui siamo quindi rusciti ad organizzare una festa ancora prima di montare porte e finestre: mica male!!
 


giovedì 11 giugno 2015

Mazzolino di Fiori per Fate le Creative

Questa volta per Fate le Creative mi sono lanciata nell'Home Decore più estremo: feltro colorato, colla a caldo e fil di ferro.
E' tutto quello che serve per un bel mazzolino di fiori...
 


lunedì 1 giugno 2015

1 Giugno: Palette per Fate Creative

E' Giugno, e sul blog delle Fate Creative parte la nuova sfida...
Andate a vedere i lavori degli altri membri del DT, e partecipate!!!



lunedì 25 maggio 2015

Settimana 21: dall 18 al 24 Maggio


Finalmente eccole tutte assieme!
Le ho ordinate in Canada 4 mesi fa, regalo estemporaneo per le Unne, e sono arrivate, tra mille peripezie, ad Aprile.
Ma abbiamo dovuto aspettare il 22 Maggio per poterle fotografare tutte insieme, perchè Lalla, nel fattempo ci ha rese zie per la seconda volta e ha avuto bisogno di un po' di tempo prima di essere pronta per una rimpatriata.
Le ho commissionate ad una splendida artigiata Canadese, una per ognuna di noi, create apposta per assomigliare alla loro destinataria. Ed è ncredibile come, sulla base di semplici fotografie lei sia riuscita a centrare in pieno il nostro temperamento.



Ma il grande evento della settimana è lui, Ozzo (quanto ci odierà per questo soprannome non è dato saperlo, ma dubito avrà penseri benevoli nei nostri confronti...), il secondogenito di Lalla, che finalmente siamo riuscite a conoscere.
Quelle guance conquisterebbero chiunque.


Contrariamente a quanto sostenuto dalle malelingue, Stewin e Lalla in primis, sono certissima che lo sguardo con cui mi fissava fosse di pura ed assoluta estasi e NON di terrore.

...anche se a guardarlo bene sembra piuttosto perplesso...


Ed eccole qui, le unne tutte assieme, con le loro bambole feticcio, in una foto di rara bruttezza, che sembra uscita dritta dagli anni settanta, ma che è ormai di rito: quando ci vediamo è fondamentale una documentazione fotografica...
Questa, in effetti, non è delle migliori...


Lavori di restauro in casa...qui si procede alacremente.
Il pavimento del bagno è messo, il controsoffitto in cucina fatto e nello studio di Gio mancano solo la tinta alle pareti.
Io mi beo delle nostre nuove piastrelle (le amo tutte) e non vedo l'ora di entrare in una casa completamente rivoluzionata...
Ormai mancano meno di de mesi :-)


giovedì 21 maggio 2015

Project life per Fate le Creative.


Il mese è quello di Giugno dello scorso anno, perchè mi rimangono ancora un paio di mesi del 2014 da completare e questa è solo una minuscola anteprima.
Il resto lo trovare QUI, sul loro blog.

Correte a vederlo e fatemi sapere che ve ne pare !!



lunedì 18 maggio 2015

Settimana 20: dalll'11 al 17 Maggio

Ovvero la settimana della relazione psicosociale: Andata!!
E andata pure molto bene, se vogliamo dirla tutta.
Ora, qualcuno potrebbe chiedermi se ne dubitassi e perchè mai non avrebbe dovuto andare al meglio e se c'è il caso di essere sempre negativi e ansiotici e con tutti i matti che ci sono in giro vuoi che proprio a noi due non lo diano un bambino?
Ecco, potenzialmente tutto vero, ma la realtà è che quando tocca te aspettare una valutazione ti immagini sempre il peggio.
E hanno voglia gli amici di turno a dire che siamo una coppia con i "superpoteri" , ce lo dicono da mesi Marco&Marika di cui normalmente mi fido come se fossero miei fratelli, ma quando sei lì, con assistente sociale e psicologo che ti scavano fino in fondo all'anima mica è facile pensare a presunti superpoteri, pensi solo a tutto quello che potrebbe andare storto...
E invece di storto non è andato nulla, e alla fine della lettura persino la nostra granitica assistente sociale era visibilmente commossa...un successone!

Sia chiaro, manca ancora il parere del giudice ed è lui che deve decidere se il decreto di idoneità ci sarà o meno, però, ammettiamolo, con una buona relazione è tutto più facile...

Queste dovrebbero essere le facce della gioia, ma sembriamo solo molto stanchi  e un pochino sfatti.
A mia discolpa avevo pianto come una fessa, per il sollievo, per quasi mezz'ora...




La sera dopo l'abbiamo passata a cena da una coppia di amici, che ci precede nell'iter adottivo di un paio di mesi al massimo e che, come noi sono indirizzati verso la Cina.
Una serata passata a parlare solo e soltanto di Cina e bambini e quell'ente ci ha spiegato e quella coppia ci ha detto...
Quando speravamo di avere un bambino naturale non facevo che vedere pance ovunque, ora sembra che a spuntare in ogni luogo siano gli aspiranti genitori adottivi.
Ed è un cambiamento consolante...poi queste sono persone che conoscevamo già...
E'  stato bello incontrarle, a sorpresa, al primo corso introduttivo per l'adozione , due facce conosciute all'inizio di un percorso che era una immensa incognita.
Come è bello, ora, tirare fino a mezzanotte fantasticando di dare mandato allo stesso ente e partire tutti insieme per incontrare i nostri figli dall'altra parte del mondo...

E per fortuna, dopo tutte queste emozioni, avevamo in programma il modo perfetto per rilassare gli animi e staccare la spina.
Dopo anni a sognare di vederlo dal vivo, dopo aver mancato l'ultimo spettacolo in Liguria per pura disorganizzazione e dopo aver perso la possibilità di vederlo a Londra per una stupidissima e inopportuna febbre traditrice ecco che, finalmente, riesco a vederlo a teatro: STOMP!!




Con Fratello e Serena...e già questo basterebbe a renderlo un evento, visto che Paolo ed io non uscivamo con la stessa gente neppure quando eravamo adolescenti...
Comunque spettacolo stupendo. Niente altro da dire...da lasciarti la voglia di saltare e ridere e battere le mani per ore dopo essere usciti da teatro...


lunedì 11 maggio 2015

Settimana 19: dal 4 al 10 Maggio

Ok... l'ho fatto...
dopo anni di capelli lunghi poco meno di quelli di Rapunzel ho deciso che ero pronta ad un taglio drastico. Così ho aspettato che Gio, paladino delle lunghissime chiome, partisse per la Sardegna e sono andata dal parrucchiere. Unica richiesta, non ridurmi ad un barboncino.
E per una volta direi il parrucchiere ci ha preso: capelli tagliati, scalati e con tutti i miei riccili di nuovo presenti dopo mesi da assenti ingiustificati.
Come sempre rimane da chiedersi perchè mai io non sia in grado di fare un autoscatto degno di questo nome...giusto per far vedere come mi sta il nuovo taglio, da mandare a mio marito o per vantarmi del nuovo look con le amiche...nulla da fare, mi esce sempre una espressione di rara imbecillità...




Sabato, invece, intera giornata con la Bea, come da promessa fattale...
Proprio io e lei sole, dal caffè di mezza mattina alla cena fuori, per festeggiare uno strepitoso 8 di greco.
E cosa si fa per un giorno intero con una quattordicenne? Si parla: in macchina, per la strada e nei negozi...si parla tantissimo, alla faccia di chi dice che i giovani d'oggi non hanno nulla da dire!!
Poi si guardano vetrine, si pranza a pizza e si guardano altre vetrine e tra un caffè e la prova di un paio di vestiti si rischia pure di perdere il portafoglio (Grazie Signora del Bar che lo ha notato sul suo bancone e prudentemente messo da parte).
Dopo aver ritrovato la fonte di liquidità si passa alla Feltrinelli e si comprano un paio di libri a testa, perchè i libri non sono mai abbastanza, poi si torna a casa, si guardano un paio di film e la sera alle nove si va a cena fuori,  all'Holy Ham, a mangiare hamburger e patatine e dolci troppo grandi per essere finiti...

Decisamente devo smettere di chiamarla "La mia Bimba"...


lunedì 4 maggio 2015

Settimana 18: dal 27 Aprile al 3 Maggio

Questa volta non mi faccio fregare, e ho comprato i biglietti in anticipissimo...andiamo a vedere STOMP!


Settimana traquilla, come al solito tanto lavoro, un sacco di pensieri notturni su casa, adozione, relazione psicosociale che arriva o non arriva, conti da fare, mobili da comprare, assistenti sociali che non chiamano quando a me sembra di diventare matta nell'attesa, e via di questao passo...
Ci sono volute due Unne su tre per staccare la spina, andare a mangarci un bell'hamburger e tante (troppe, visto che sono a dieta) patatine fritte e ciarlare in lungo e in largo...
Però siamo morigerate...e abbiamo mangiato un solo dolce in tre...