giovedì 23 dicembre 2021

Intanto abbiamo le renne...



Le luci del cancello continuano a non accendersi. 
Stanno lì sopra da tre anni, giorno più giorno meno e illuminano casa nostra da metà Gennaio a tutto Novembre passando per primavera ed estate. 
Ma appena ci si avvicina al periodo natalizio loro si bloccano. Nella migliore delle ipotesi si degnano di palesare una timida luminescenza intorno alle sette di sera.  Timida e per nulla duratura. Se va bene se ne accende una metà.
Nelle serate peggiori e sono la stragrande maggioranza, rimangono ostinatamente spente tutta la notte in barba alle fotocellule e al sole preso o non preso durante il giorno. 
Le ho tentate tutte, compreso prendere a pugni i pannelli solari (sbattere con violenza sulle cose rotte è il tipico modus operandi alla Leonardini, va bene per tutto: dal cassetto incastrato, alla stampante inceppata, al telecomando che si impalla), ma credo che per sistemarle non rimanga che l'uso delle cesoie per estirparle dal mio cancello e da davanti ai miei occhi.
Lo scorso anno il mio spirito natalizio non era proprio alle stelle, ammettiamolo e nonostante questo 2021 sia stato abbastanza sconfortante l'idea era di provare a recuperare in chiusura.
Cosa non facile visto che sono ancora discretamente terrorizzata all'idea che un improvviso positivo (o due o tre) ci rinchiuda in quarantena per tutte le festività. 
Però tra una mascherina e un igienizzante siamo ormai arrivati al 23, quindi con cauto ottimismo e una valanga di scongiuri ho deciso provare a godermi l'albero, le decorazioni al limite del kitsch e la luce delle nostre nuove renne da esterno
L'invidia per la slitta illuminata che campeggia sul muretto dei vicini da almeno due anni era tanta da farmi seriamente pensare ad un'incursione nottetempo, per metterle fuori uso, ma visto che i rapporti di buon vicinato mal si conciliano con gli atti vandalici ho pensato di ricorrere a mezzi meno estremi.
Come tormentare l'intera famiglia per costringerli a dotarci di un paio di deliziose rennine da esterno. 
Attualmente campeggiano sul terrazzo di mia suocera, hanno l'accensione programmabile e avremmo bisogno di nuove tapparelle visto che fanno più luce dell'astronave di "Incontri ravvicinati del terzo tipo".
Domani ci aspetta la vigilia, normalmente giornata di cucina e litigate epiche con mia madre, che tutti sanno essere completamente ingestibile anche quando è di buon umore, figuriamoci sotto stress da pranzo di Natale incombente.
Sopravviveremo?

Si vedrà...

1 commento:

  1. intanto ti faccio gli auguri, poi tornerò a leggere com'è andata!

    RispondiElimina